Forza d'Agrò paese medievale a due passi da Taormina e l'Etna. Ricco di arte, storia e cultura, panorami mozzafiato. Famoso per aver accolto i cast di molti film.


Dove si va

Turismo e tradizioni in Sicilia

numero unico 2008 di Miky Studio

Sul Set di Forza d’Agrò


 

L’abitato di Forza d'Agro, situato ad oltre 400 m slm, offre, a chi ama spaziare con lo sguardo, un panorama mozzafiato che va da Taormina all'Etna e dallo Stretto di Messina al profilo della Calabria. Non fu certo un caso se il Conte Ruggero d'AItavilla decise di far riedificare il Monastero dei Santi Pietro e Paolo d'Agro dove, dall'inizio del VI secolo alla conquista araba (827) i monaci basiliani avevano mantenuto viva la tradizione della chiesa cristiana d'oriente celebrando la messa secondo il rito greco. Da buon conquistatore, la cui principale preoccupazione era conservare il controllo delle terre strappate agli arabi, seppe riconoscere l'importanza strategica del sito. Fu così che, contestualmente alla rinascita del monastero (che oggi ricade nel territorio di Casalvecchio Siculo), Ruggero ordinò l'edificazione del castello a difesa della Valle d'Agro attraversata dal fiume omonimo. E' proprio in epoca normanna, e più precisamente nel 1117, che un documento firmato da Ruggero II menziona per la prima volta il "Vicum Agrillae". Eppure il toponimo ha certamente radici ben più antiche: i greci chiamavano "akron argennon" (capo argenteo) il promontorio oggi denominato Capo Sant'Alessio e, forse già in epoca greca, il luogo in cui sorge oggi Forza d'Agro era fortificato. Dell'antico castello normanno, ristrutturato alla fine del XVI secolo e a cui fa da ingresso una vera e propria "porta" formata da blocchi di pietra su cui poggia un architrave, è ancora visibile la doppia cinta muraria con le sue strette feritoie. Ma ciò che oggi, più d'ogni altra cosa, caratterizza questo luogo è il suo utilizzo come cimitero. Nel 1876 infatti, con decreto ministeriale firmato dal re Vittorio Emanuele II, il castello, che il Comune aveva preventivamente acquistato dal Demanio, è diventato cimitero. Se la curiosità ci spinge a cercare le tombe più antiche, dovremo inerpicarci fino al punto più alto del castello. Ma la visita di Forza d'Agro non può limitarsi alla, seppur suggestiva, passeggiata al castello-cimitero. Tornati in piazza potremo ammirare la facciata barocca della Chiesa Madre dedicata alla SS Annunziata e, poco distante, troveremo la scalinata che porta alla Chiesa della Triade, al cui sagrato si accede passando per il caratteristico portale quattrocentesco in stile gotico-catalano dall'arco a sesto ribassato detto "durazzesco". Il panorama di Forza d'Agro, i suoi vicoli di sapore medievale, la sua piazza dominata dalla Chiesa Madre e il sagrato della Triade, hanno fatto da sfondo a numerosi film. Il primo regista a lasciarsi catturare dal fascino di questo paese e dalla cordialità dei suoi abitanti fu Francis Ford Coppola che, a più riprese (1972, 1975, 1990), ha girato qui alcune delle scene siciliane della trilogia "II Padrino11 tratto dall'omonimo romanzo di Mario Puzo. Ancora oggi gli anziani ricordano il regista e la sua troupe con un misto di ammirazione e affetto ben consci della fama che il film ha dato al piccolo centro abitato della provincia di Messina. Come arrivarci: si imbocca l'autostrada per Messina e si esce a Taormina Nord; da qui si prosegue in direzione Messina lungo la SS 114. Al bivio di Capo Sant'Alessio di imbocca la SP 16 che porta a Forza d'Agro.

A cura della Prof.ssa Angela Inferrerà

Presidente Associazione Guide Turistiche Provincia di Messina

Dove si va


E' vietata la riproduzione anche parziale.
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo lavoro può essere riprodotto, esposto pubblicamente, diffuso in rete, tradotto in qualunque lingua od in qualunque forma o con qualunque mezzo, senza la preventiva autorizzazione scritta degli autori.

www.forzadagro.org

Emanuele Giuseppe Di Cara Viale delle Rimembranze Forza D'Agrò E-mail: toglimi_edicara@aruba.it*
* Per inviare un e-mail si deve togliere la seguente parte: "toglimi_" inserita per frenare lo spam.

 

Forzadagro.org 2001-2017