Forza d'Agrò paese medievale a due passi da Taormina e l'Etna. Ricco di arte, storia e cultura, panorami mozzafiato. Famoso per aver accolto i cast di molti film.


La Statua di Santa Caterina d’Alessandria

Da un atto di notar Mariano Crisafulli del 29 dicembre 1558, si apprende della commissione fatta dai Maestri (dell’Opera) e dal Procuratore della Chiesa di S. Caterina di Forza d’Agrò, ai nobili scultori Martino Montanini, fiorentino, e Giuseppe Bottone, di scolpire per il prezzo di 40 onze:

"... l’immagine in rilievo di marmo bianco della Santa Vergine Caterina, con tutte le sue cose necessarie, con la sua ruota di sotto e con l’immagine dell’imperatore sotto la ruota... e portare a termine tale immagine, facendola buona, ottima, perfetta, senza alcun difetto, entro il mese di settembre dell’anno prossimo futuro..."

In effetti, come si rileva da altro atto eseguito in data 11 novembre 1559, la statua è stata consegnata ai rappresentanti della Chiesa di S. Caterina di Forza d’Agrò, essendo l’immagine ed il plinto stati eseguiti "nella giusta forma come previsto nel sopraddetto contratto". Il documento così conclude:

"La detta immagine subito é a loro consegnata con detto plinto e, uscita dalla bottega, ha da essere condotta nella Terra di Forza d’Agrò ("Fortalici Agro") a rischio e pericolo dei confrati e maestri della confraternita e a loro spese ..."

La statua di Santa Caterina, che secondo una leggenda é stata invece trovata su uno scoglio della marina forzese ove l’avevano deposta i marinai di una nave per salvarla da una tempesta in atto (scoglio che poi prenderà il nome della Santa stessa), rappresenta la vergine come una giovane vestale romana. Un ampio mantello le copre il vestito aderente ed é tenuto, insieme ad un libro, dal braccio e dalla mano sinistra della Santa. La mano destra, invece, sospinge una lunga spada nella testa dell’imperatore che ne ha ordinato il martirio. Il viso della giovane é ovale ed il collo lungo.

La statua di Santa Caterina era nella chiesa omonima fino a quando, nel dopoguerra, la chiesa stessa è andata in rovina. E’ stata allora trasferita nella Chiesa Madre ove oggi si può ammirare.

La statua di S. Caterina nell'attuale collocazione chiesa SS. Annunziata

La statua di S. Caterina nella originale collocazione la chiesa di S. Francesco

Statua di S. Caterina D'Alessandria nell'attuale collocazione. Chiesa SS. Annunziata

Statua di S. Caterina D'Alessandria nella chiesa di S. Francesco 1927


E' vietata la riproduzione anche parziale.
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo lavoro può essere riprodotto, esposto pubblicamente, diffuso in rete, tradotto in qualunque lingua od in qualunque forma o con qualunque mezzo, senza la preventiva autorizzazione scritta degli autori.

www.forzadagro.org

Emanuele Giuseppe Di Cara Viale delle Rimembranze Forza D'Agrò E-mail: toglimi_edicara@aruba.it*
&
Nicola Di Cara Via Bachelet 40 31015 Conegliano (TV) E-mail: toglimi_ndicara1@tin.it* sito web
* Per inviare un e-mail si deve togliere la seguente parte: "toglimi_" inserita per frenare lo spam.

Forzadagro.org 2001-2017