Forza d'Agrò paese medievale a due passi da Taormina e l'Etna. Ricco di arte, storia e cultura, panorami mozzafiato. Famoso per aver accolto i cast di molti film.


La Chiesa della "Madonna Bambina"

Una riproduzione fotografica del panorama di Forza d’Agrò agli inizi del ‘900, riportata nel libro di Stefano Bottari, é di notevole importanza perché risulta in essa visibile, nella parte destra alla base della rocca su cui si erge il Castello, il prospetto completamente bianco e dalle linee superiori ondulate, di una chiesa. Nello stesso libro, in una riproduzione fotografica della casa Miano, la veduta dello scorcio panoramico del corso principale é anch’essa rilevante perché, ad un attento studio, risulta visibile sullo sfondo una ripida scalinata. Questa rappresenta, come il precedente, uno dei pochi documenti rimasti ove vi é traccia di una chiesa un tempo esistente ed oggi non più.

Si tratta della Chiesa della Madonna Bambina, detta anche "da Matri ‘a luci" (cioè "Madonna della Luce"), che sorgeva nella via SS. Annunziata in zona ancora oggi detta "Avanzi ‘a luci" proprio dal nome della chiesa.

Alla piccola chiesa, posta in posizione sopraelevata rispetto al corso principale, si accedeva quindi dopo aver risalito una ripida scalinata, simile come forma a quella di accesso alla Chiesa della Triade, costituita da un primo tratto di gradini rettilinei e quindi, dopo una breve interruzione, da una seconda "rampa" con gradini curvilinei. Il prospetto dell’edificio religioso era rivolto ad Est. L’interno doveva essere molto semplice, con un altare maggiore abbellito da un quadro della "Madonna Bambina", di dimensioni non rilevanti e del quale oggi non se ne sa più niente.

Qualcuno dice che nella cripta sotterranea di questa chiesa venissero una volta sepolti i bambini defunti.

Soprattutto le signore forzesi ricordano come, nell’ultimo periodo di attività della chiesa, solo l’8 settembre si festeggiasse con messa solenne la natività di Maria Vergine e durante il periodo pasquale si facesse il Santo Sepolcro ai piedi dell’altare.

A memoria d’uomo, da subito dopo il 2° conflitto mondiale non si sono più officiati riti religiosi in questa chiesa, finché l’edificio non é stato acquistato, dall’America ove era emigrato, dal sig. Giuseppe Mercurio che, dopo averlo fatto demolire, nel 1951 ne ha ricavato un garage tuttora esistente.

A parte la traccia del tetto abbattuto della chiesa, visibile sulle pareti laterali esterne delle case attigue sia dalla via SS. Annunziata che dalla sovrastante via Laino, proprio sulla strada principale rimane tuttora l’unico cimelio ricollegabile in un certo modo alla chiesa: una grossa colonna a sezione quadrata formata da blocchi di pietra arenaria, poggiata su base più larga all’inizio della gradinata e con l’estremità superiore a cuspide.


E' vietata la riproduzione anche parziale.
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo lavoro può essere riprodotto, esposto pubblicamente, diffuso in rete, tradotto in qualunque lingua od in qualunque forma o con qualunque mezzo, senza la preventiva autorizzazione scritta degli autori.

www.forzadagro.org

Emanuele Giuseppe Di Cara Viale delle Rimembranze Forza D'Agrò E-mail: toglimi_edicara@aruba.it*
&
Nicola Di Cara Via Bachelet 40 31015 Conegliano (TV) E-mail: toglimi_ndicara1@tin.it* sito web
* Per inviare un e-mail si deve togliere la seguente parte: "toglimi_" inserita per frenare lo spam.

Forzadagro.org 2001-2017