web statistics
 
 Forza d'Agrò paese medievale a due passi da Taormina e l'Etna. Ricco di arte, storia e cultura, panorami mozzafiato. Famoso per aver accolto i cast di molti film.


I vecchi quartieri

Su un’ampia terrazza, salubre ed ariosa, ai piedi della rupe su cui é edificato il castello normanno, sono sorte le prime case "forzesi" che, mano a mano, sotto lo sguardo attento ed austero del fumante Etna, hanno formato un piccolo borgo: Magghia.
Sono casette con i muri perimetrali eretti su enormi rocce sporgenti dal terreno; abitazioni costruite sul ciglio di un burrone; casette di pietra e terra che, pur costruite senza rispettare particolari requisiti tecnici, hanno sfidato indomite i secoli.

Le case hanno l’ingresso sulle strettissime viuzze, quasi viottoli, mezzi di transito ma anche cortili ove non di rado sono visibili recipienti scavati nella pietra arenaria, utilizzati come scifo (scodella) per gli animali.

Nell’antico quartiere rimangono i resti della Chiesa di San Sebastiano, ad una navata con pianta rettangolare. Sul fondo della navata si ammirava un delicato affresco dell’Onnipotente, rappresentato con una fluente barba bianca, il mantello rosso ed il tipico triangolo sul capo.

Per andare al Quartarello, si devono salire scalinate e attraversare cortili. Si trovano case ammassate le une alle altre, addossate alle strette viuzze e alle ripide scalinate di pietra, tutte a zig - zag ed intricate come un labirinto.

Il borgo si è formato addossato alla rocca secondo un impianto urbanistico medioevale. Oggi sono case disabitate, dai tetti di tegole sprofondati per il peso dei secoli e dai solai di legno ormai infraciditi; ma tutto ciò che si ammira (qualche portone ad arco o con architrave, qualche finestrella tonda o quadrata, alcuni balconcini caratteristici) sembra ridestare, tra quei silenzi ugualmente palpitanti, la vita febbrile e vibrante che si svolgeva nell’antica cittadina.

Qualche casa é stata restaurata. In particolare, si distingue una casetta, che ha il portone d’ingresso racchiuso in modanature sporgenti e mensole antropomorfe che sorreggono il balcone, mentre un profumato rampicante, che si alza da una giara, abbellisce il cinquecentesco prospetto.


E' vietata la riproduzione anche parziale.
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo lavoro può essere riprodotto, esposto pubblicamente, diffuso in rete, tradotto in qualunque lingua od in qualunque forma o con qualunque mezzo, senza la preventiva autorizzazione scritta degli autori.

www.forzadagro.org

Emanuele Giuseppe Di Cara Viale delle Rimembranze Forza D'Agrò E-mail: toglimi_edicara@aruba.it*
&
Nicola Di Cara Via Bachelet 40 31015 Conegliano (TV) E-mail: toglimi_ndicara1@tin.it* sito web
* Per inviare un e-mail si deve togliere la seguente parte: "toglimi_" inserita per frenare lo spam.

Forzadagro.org 2001-2017