Forza d'Agrò paese medievale a due passi da Taormina e l'Etna. Ricco di arte, storia e cultura, panorami mozzafiato. Famoso per aver accolto i cast di molti film.


Gli Edifici religiosi

Le tante chiese esistenti a Forza d’Agrò danno il segno non solo dell’intensa vita religiosa che si conduceva nel paese, ma anche della floridezza e del benessere che, almeno periodicamente per tante famiglie e costantemente per le più facoltose, si godeva nell’antica cittadina, sempre attiva e laboriosa.

Agli inizi del ‘700 risale il Duomo dedicato a Maria SS. Annunziata e Assunta. La chiesa era stata edificata già nel ‘400 ma, ancora nel 1648 e poi nel 1693, aveva subito gravi danni a causa dei terremoti.

La chiesa "matrice" riflette elementi compositivi e decorativi che ricordano quelli spagnoli, ma acquista una forma maggiormente dinamica nell’andamento ondulato e piramidale, con volute a chiocciola e pennacchi, rispecchiando lo stile tipico del barocco siciliano.
L’interno del Duomo é parimenti elegante, grazie al succedersi agile degli archi e delle colonne che lo suddividono in tre navate ben proporzionate. Soprattutto le due cappelle laterali risaltano per l’eccellenza del lavoro. Per non dire dei tanti altari della chiesa (ben 13), veri capolavori d’arte, sotto i quali alcune cripte, portate ora alla luce, erano adibite per le sepolture.

Nel Duomo sono esposti un Crocifisso dipinto su tavola, forse del secolo XIV, d’autore ignoto, ed una statua di S. Caterina d’Alessandria, opera del 1558 di Martino Montanini e di Giuseppe Bottone. Notevole é un "coro" in noce intagliato ed un quadro dell’Annunciazione.

Nel 1576 è stata eretta la Chiesa della SS. Trinità. Il prospetto della chiesa è stato ricostruito sopra l’ossatura del ‘400.

L’interno della chiesa é ad una sola navata ed é contraddistinto dal contrasto che i quattro altari, caratteristici per le strutture in legno colorate di blu oltremare con fregi d’oro pallido, fanno con le pareti bianche e prive di decorazioni. Alcune opere pittoriche ornano le pareti del tempio esaltandone gli altari. In particolare é da ricordare il quadro disposto sopra l’altare maggiore raffigurante la "Visita dei tre angeli ad Abramo".

Adiacente alla Chiesa della Triade é l’ex Convento di S. Agostino, con chiostro.    

E’ ora attiva anche la Chiesa di S. Francesco (o di S. Caterina) di recente restaurata e risalente al XVI secolo. Nell’interno, ad una navata, si ammira lo splendido tabernacolo dell’altare maggiore risalente al 1682 ove era collocata la statua di marmo di Santa Caterina d’Alessandria.

Nel marzo del 1999, dopo il restauro, è stata riaperta al pubblico anche la Chiesa di S. Antonio Abate, nell'omonima piazzetta. E' invece ormai in rovina la Chiesa di San Sebastiano, nel vecchio quartiere di Magghia. Non esiste più, perchè abbattuta negli anni '50, la Chiesa della Madonna Bambina, che era situata nella principale Via SS. Annunziata in zona "Avanzi a luci".

Oltre quelle sopra menzionate, erano un tempo nel territorio di Forza d'Agrò altre due chiese: la Chiesa di San Michele Arcangelo in contrada Casale (oggi in territorio di Sant'Alessio Siculo) e la Chiesa dei S.S. Pietro e Paolo d'Agrò (oggi in territorio di Casalvecchio Siculo).


E' vietata la riproduzione anche parziale.
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo lavoro può essere riprodotto, esposto pubblicamente, diffuso in rete, tradotto in qualunque lingua od in qualunque forma o con qualunque mezzo, senza la preventiva autorizzazione scritta degli autori.

www.forzadagro.org

Emanuele Giuseppe Di Cara Viale delle Rimembranze Forza D'Agrò E-mail: toglimi_edicara@aruba.it*
&
Nicola Di Cara Via Bachelet 40 31015 Conegliano (TV) E-mail: toglimi_ndicara1@tin.it* sito web
* Per inviare un e-mail si deve togliere la seguente parte: "toglimi_" inserita per frenare lo spam.
 

Forzadagro.org 2001-2017