web statistics
 
 Forza d'Agrò paese medievale a due passi da Taormina e l'Etna. Ricco di arte, storia e cultura, panorami mozzafiato. Famoso per aver accolto i cast di molti film.


La Chiesa del Crocifisso

E’ detta così per una bellissima Croce lignea dipinta che proprio quassù era stata collocata.

Della chiesa ormai resta ben poco. Dell’unica navata a base rettangolare (oggi occupata in parte da una Cappella mortuaria eseguita nel secolo XIX), si distingue una porta laterale ad arco con finestra sovrastante, la traccia del cornicione, i ruderi dell’altare maggiore di pietra e la soprastante ampia cavità entro la quale stava forse alloggiata la Croce lignea dipinta, prima di essere trasferita nel Duomo forzese.

I ruderi della Chiesa, e della torre campanaria, del Crocifisso all'interno del castello Normanno

Dall’antico edificio religioso svetta alta nel cielo, come maestosa conclusione del Castello stesso, la torre campanaria della piccola chiesa.

Si tratta di una torre quadrata, a più livelli, nella quale quattro grandi finestre, con arco a pieno centro che si appoggia su semplici capitelli, ne alleggeriscono la massiccia struttura. L’arco delle finestre, con l’alternanza di conci chiari e scuri, riprende il motivo ornamentale, oltre che strutturale, che si vede applicato anche nel Tempio dei S.S. Pietro e Paolo d’Agrò. Tracce di una scritta, purtroppo non più leggibile per il deterioramento dell’intonaco bianco, sono visibili nella zona mediana esterna della torre.

Accanto alla torre campanaria, in un ambiente non molto spazioso, si riescono ad intravedere i contorni di un altare con su dipinta una piccola croce bianca su fondo circolare rosso.

Dopo l’occupazione inglese dei primi anni del XIX secolo, la Chiesa del Crocifisso é stata abbandonata ed ora cade in rovina.

Più tardi, nel 1889 come si legge sull’architrave in pietra arenaria della porta d’ingresso, dopo la destinazione a cimitero dell'antica fortezza, è stata eretta una nuova cappella  all’interno della vecchia chiesa del Crocifisso. Mensole di legno, provenienti dall’antica chiesa, sapientemente sagomate ed intarsiate, uguali nel disegno delle opposte coppie, ma tutte diverse lungo una stessa parete, sorreggono ancora il tetto a capriata.


E' vietata la riproduzione anche parziale.
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo lavoro può essere riprodotto, esposto pubblicamente, diffuso in rete, tradotto in qualunque lingua od in qualunque forma o con qualunque mezzo, senza la preventiva autorizzazione scritta degli autori.

www.forzadagro.org

Emanuele Giuseppe Di Cara Viale delle Rimembranze Forza D'Agrò E-mail: toglimi_edicara@aruba.it*
&
Nicola Di Cara Via Bachelet 40 31015 Conegliano (TV) E-mail: toglimi_ndicara1@tin.it* sito web
* Per inviare un e-mail si deve togliere la seguente parte: "toglimi_" inserita per frenare lo spam.

Forzadagro.org 2001-2017